Personal Branding


personal branding

 

Ecco una parte del mio lavoro che amo particolarmente: fare consulenze di Personal Branding significa mettere ordine dentro (e fuori) le persone.
Il personal branding è il fattore differenziante: l’immagine comunica chi siamo e rappresenta i pilastri di ogni strategia efficace di comunicazione.

Devi necessariamente lavorare sulla tua immagine se sei un:

  • Imprenditore
  • Manager
  • Libero professionista
  • Scrittore
  • Lavoratore dipendente
  • Disoccupato
  • Studente

Chiunque cerchi informazioni su di te, le cercherà su Google e sui social. Ecco perché è importante gestire bene l’immagine e la reputazione online.
Ti insegnerò a farlo nel migliore dei modi, ma anche a stringere relazioni di valore, sulla base dei tuoi obiettivi personali e professionali.

 

Come si fa un buon Personal Branding?

Non solo online, perché la vita è sia dentro che fuori dal Web, in un mix sinergico imprescindibile.
Ecco allora che, agli strumenti online, vanno abbinati gli strumenti offline.

Quali sono? Ecco alcuni esempi:

  • Ottimizzazione dei profili social
  • Biglietto da visita
  • Curriculum Vitae personalizzato
  • Logo personalizzato
  • Carta da lettere
  • Blog personale
  • Copertina libro ebook

Ti fornirò il supporto e la formazione necessaria a gestire la tua immagine e reputazione online, e ad utilizzare le infinite risorse del web, con un occhio di riguardo alla sicurezza.

 

Ti va di parlarne? Contattami qui.

 

“Non c’è una seconda occasione
per fare una buona prima impressione”.
Oscar Wilde

 


Cosa dicono i miei clienti di me

“Mi sono affidato a Paloma per il mio sito professionale e per i social media. È una professionista seria e competente, in grado di cogliere le esigenze della persona che ha di fronte e di consigliare la migliore soluzione. Sono pienamente soddisfatto del lavoro svolto e delle scelte effettuate!”
Marco, 
psicologo psicoterapeuta

 

“Il bello di Paloma è che ti costringe a pensare. Di un progetto non pensa “solo” alla grafica o alla comunicazione. Ti spinge a fare un passo indietro e quindi a rimettere a fuoco l’idea o il bisogno reale. In altre parole ti fa cercare il senso profondo di quello che stai facendo e quindi mi ha fatto fare pulizia di fondo di qualche orpello inutile o, al contrario, mi ha suggerito cosa fosse veramente importante e indispensabile”
Michele, HR manager